Parco Naturale Regionale di Bracciano - Martignano

Agenda degli Eventi


Amministrazione Trasparente

Albo Fornitori

PIANO DEL PARCO

Newsletter
Acconsento ai sensi dell'art. 13 del D.lgs. 196/2003 al trattamento e alla comunicazione dei miei dati personali nall'ambito dell'attività svolta
    

Indennizzi per danni da fauna selvatica

Indennizzi per danni da fauna selvatica
Vicarello: Firmato l’accordo con il Parco per l’indennizzo dei danni da fauna selvatica 

Con la firma dell’accordo economico raggiunto al termine dell’incontro tra l’Ente Parco e la Società Vicarello Spa, viene posta la parola fine alla vicenda relativa all’indennizzo dei danni causati dalla fauna selvatica alle colture dell’azienda agricola di Vicarello negli ultimi anni.
Contemporaneamente sono stati avviati e sono in via di definizione i contatti con gli agricoltori che vantano crediti di minore importo nei confronti del Parco e il clima di collaborazione instauratosi lascia sperare in una conclusione soddisfacente per entrambe le parti.
L’intenso lavoro di concertazione e trattativa svolto dagli uffici del Parco ha portato a fissare a circa 1/3 del danno stimato, con sensibile risparmio per le casse dell’Ente, la misura dei rimborsi per danni da fauna selvatica nei confronti dei soggetti creditori, che rendendosi disponibili all’accordo hanno dimostrando grande senso di responsabilità. 
Gli accordi prevedono l’impegno delle aziende a mettere in atto una serie di misure, concordate con l’Ente Parco e la Regione, finalizzate alla prevenzione dei danni all’agricoltura causati dalla fauna selvatica.
Voglio ringraziare il Presidente della Regione Nicola Zingaretti , l’Assessore all’Ambiente Mauro Buschini e il Direttore della Direzione Regionale Ambiente Vito Consoli  per la vicinanza e per il supporto ricevuto - dichiara il Commissario del Parco Giuseppe Curatolo. Questa rinnovata sinergia con la Regione ci ha permesso nell’ultimo anno di sbloccare l’annosa questione dei danni da fauna selvatica, mettendoci finalmente in condizione di agire fattivamente sui due fronti della prevenzione e degli indennizzi. Se da un lato infatti abbiamo ripreso a liquidare le richieste di indennizzo rimaste bloccate negli ultimi anni, e confidiamo di recuperare nei prossimi mesi gran parte del terreno perso, dall’altra stiamo ottenendo risultati incoraggianti per quanto riguarda la prevenzione, avendo già raggiunto l’obiettivo previsto dal Piano di Gestione del cinghiale per il 2016 con oltre 200 esemplari catturati. 
A dicembre verrà organizzata una giornata di studio dedicata al Piano di Gestione della fauna selvatica del Parco con particolare riferimento alla specie cinghiale.