Parco Naturale Regionale di Bracciano - Martignano

Agenda degli Eventi


Amministrazione Trasparente

Albo Fornitori

PIANO DEL PARCO

Newsletter
Acconsento ai sensi dell'art. 13 del D.lgs. 196/2003 al trattamento e alla comunicazione dei miei dati personali nall'ambito dell'attività svolta
    

La Regione accoglie gli appelli del territorio

La Regione accoglie gli appelli del territorio
Acea Ato2 ha dichiarato di aver prelevato dal lago di Bracciano, a partire dal 1 gennaio 2016, una media di 1100 litri al secondo. 
Un prelievo di 1100 l/s equivale (come peraltro ribadito pubblicamente dal Presidente di Acea Ato2 Saccani) ad una diminuzione di livello di 1,66mm al giorno, ovvero ad una diminuzione di 60cm nel 2016 e 33cm (finora) nel 2017, per un totale di 93cm. 
Dal 1 gennaio 2016 ad oggi il lago è diminuito di 100cm (il livello era di -64cm* il 1 gennaio 2016, -164cm* oggi). 
Sulla diminuzione di livello del lago di 100cm, che le scarse precipitazioni degli ultimi mesi non sono riuscite, come in altri periodi meno siccitosi, a compensare, al netto di tutte le altre cause, naturali e non, come la forte evaporazione estiva ed altri prelievi, la captazione di Acea Ato2 ha inciso dunque più del 90%. 
Simulando una interruzione del prelievo di Acea Ato2 dal 1 gennaio 2016, (e lasciando invariati gli altri fattori) oggi il livello del lago sarebbe a -71cm*. 
Il prelievo di Acea Ato2 è dunque, di gran lunga, il maggior responsabile della diminuzione del livello del lago. Accogliamo con grande soddisfazione l’ordinanza della Regione Lazio che blocca la captazione Acea Ato2 dal Lago di Bracciano. 
Ringraziamo la Regione Lazio ed in particolar modo il Presidente Zingaretti e gli assessori competenti per la decisione presa accogliendo gli appelli rappresentati a nome di tutti i cittadini del territorio.
A questo risultato abbiamo contribuito mettendo in campo un’azione sinergica di tutto il fronte istituzionale, attivo da molti mesi e composto dal Parco, dal Consorzio del Lago e dai comuni di Bracciano, Anguillara Sabazia e Trevignano Romano, con il sostegno insostituibile delle Associazioni, dei Comitati e dei cittadini. 
Siamo riusciti a far capire finalmente quanto fosse grave la situazione e quanto fosse indispensabile intervenire il prima possibile interrompendo il prelievo di Acea Ato2 attraverso l’unica azione possibile che potesse contrastare efficacemente il maggior fattore di incidenza sulla diminuzione del livello del lago. 
È stata messa così in atto un'importante azione di salvaguardia degli aspetti ambientali-naturalistici del bacino, con l’obiettivo di recuperare per quanto possibile la sua naturale integrità ecologica.