Parco Naturale Regionale di Bracciano - Martignano

Agenda degli Eventi


Amministrazione Trasparente

Albo Fornitori

PIANO DEL PARCO

Newsletter
Acconsento ai sensi dell'art. 13 del D.lgs. 196/2003 al trattamento e alla comunicazione dei miei dati personali nall'ambito dell'attività svolta
    

Concluso il Festival dell'Improvvisazione Contadina

Concluso il Festival dell'Improvvisazione Contadina
Si è concluso il Festival dell’Improvvisazione Contadina organizzato in collaborazione con il Comune di Bracciano, l’Ass. Semilune e con il prezioso supporto dell’Università agraria di Bracciano. Grande successo per l’evento grazie alla partecipazione ormai consolidata nelle precedenti edizioni degli stornellatori provenienti dal centro Italia e dei poeti a braccio. Una riscoperta delle nostre antiche tradizioni attraverso la musica e il buon cibo, degustato nelle fraschette allestite in Piazza della Sentinella con pesce proveniente dal nostro lago e carne dei pascoli locali.
Protagoniste anche le vacche maremmane che trainando un carretto hanno fatto divertire adulti e bambini.
Ringraziamo il Consiglio regionale del Lazio per il contributo concesso senza il quale tutto questo non sarebbe stata possibile – dichiara il Direttore Daniele Badaloni.
Un momento di particolare interesse è stato l’incontro di apertura della manifestazione “Verso il Contratto di Lago” che ha visto la partecipazione attiva dei cittadini, dei Sindaci dei Comuni del Lago, del Presidente del Consorzio Lago di Bracciano e di un rappresentante della Regione Lazio, il dott. Eugenio Monaco. Il Parco sarà capofila di un comitato promotore che avvierà il processo teso all’adozione del Contratto di Lago.
Un momento di confronto con il territorio fondamentale in questo momento – dichiara il Presidente Vittorio Lorenzetti. Questo è stato sicuramente il primo di una serie di incontri che avranno anche il compito di rafforzare i rapporti con il territorio, senza il quale il Parco che io rappresento non potrebbe esistere. E’ come non mai importante tenere lo sguardo rivolto al futuro e nel contempo non abbassare la guardia affinchè quello che è successo in questo periodo non si ripeta. E per questo abbiamo bisogno di strumenti normativi e gestionali condivisi – conclude Lorenzetti.