Parco Naturale Regionale di Bracciano - Martignano

Agenda degli Eventi


Amministrazione Trasparente

Albo Fornitori

PIANO DEL PARCO

Newsletter
Acconsento ai sensi dell'art. 13 del D.lgs. 196/2003 al trattamento e alla comunicazione dei miei dati personali nall'ambito dell'attività svolta
    

Una visita a sorpresa sul Lago di Bracciano

Una visita a sorpresa sul Lago di Bracciano
Questa mattina abbiamo fotografato una inaspettata coppia, che ha scelto il Lago di Bracciano come meta per il giorno di San Valentino. 
Come confermato dagli ornitologi interpellati, si tratta verosimilmente del primo avvistamento di questa specie sul Lago di Bracciano.
I due esemplari di Volpoca (Tadorna tadorna), apparsi in ottime condizioni e perfettamente a loro agio, si sono mostrati socievoli con i germani e le altre specie presenti nella zona ma, giustamente, piuttosto diffidenti nei confronti dell'uomo (li abbiamo osservati e fotografati facendo molta attenzione e mantenendoci a debita distanza). 
Le volpoche, appartenenti alla famiglia delle anatidi, sono attratte dalle acque marine e salmastre in genere, ma frequentano anche aree interne che costeggiano laghi e fiumi. Generalmente raggruppate in stormi composti anche da qualche migliaio di individui, hanno una dieta molto varia: procedendo con lentezza nell’acqua bassa, vi immergono il becco, utilizzandolo come filtro per trattenere il cibo. 
Questa specie non ha grandi capacità di mimetismo: i maschi si distinguono per le dimensioni maggiori e per la protuberanza sul becco (che si manifesta nel periodo della riproduzione), mentre le femmine hanno una tenue macchia bianca tra il becco e gli occhi e presentano un piumaggio dai toni meno contrastanti.
Il nome Volpoca deriva dall’abitudine della specie di riprodursi deponendo le uova nelle profonde cavità del terreno scavate dalle volpi (o da altri mammiferi).

Oltre a mantenersi, come confermato dal recente censimento effettuato, uno dei siti più importanti dell'Italia centrale per lo svernamento degli uccelli acquatici e nonostante il livello idrometrico sia ancora ben lontano dalla soglia naturale, il Lago di Bracciano sembra dunque conservare inalterati la sua bellezza ed il suo valore naturalistico, come confermato da questa quantomeno insolita presenza.
Album fotografico (pagina facebook Parco)