Seguici su

Consiglio direttivo e Presidente

Presidente: Vittorio Lorenzetti
(Nominato con decreto del Presidente della Giunta Regionale n.T00231 del 28 settembre 2018).

(Art. 14 della L.R.29/97)

1. Il Consiglio direttivo è composto da sette membri, scelti tra persone che si siano distinte per gli studi e per le attività nel campo della protezione dell'ambiente, così designati:
a) quattro dalla comunità di cui all'articolo 16, individuandoli, con voto limitato, anche tra non consiglieri, tenuto conto in particolare delle realtà associazionistiche locali;
b) uno dalle associazioni ambientaliste a livello regionale riconosciute ai sensi dell'articolo 13 della legge n. 349/1986 o iscritte nell'albo regionale del volontariato;
c) uno dal Consiglio regionale su una terna di nominativi proposti dalla Giunta regionale, scegliendo tra soggetti particolarmente esperti in materia di agricoltura e silvicoltura, di sviluppo rurale e di pianificazione della fauna selvatica, indicati dalle associazioni di ambito operanti a livello regionale;
d) uno dalla provincia nel cui territorio ricade l'area naturale protetta. Qualora l'area protetta comprenda territori ricadenti in più province, queste procedono alla designazione d'intesa tra loro.
2. Le designazioni di cui al comma 1 sono effettuate entro il termine perentorio di sessanta giorni precedenti alla scadenza del Consiglio direttivo. In sede di prima applicazione le designazioni sono effettuate entro e non oltre sessanta giorni dalla data di entrata in vigore della legge regionale istitutiva dell'area naturale protetta. Trascorsi tali termini si provvede in via sostitutiva a norma della legge regionale 3 febbraio 1993, n. 12 e nel rispetto, per le specifiche professionalità , di quanto stabilito dal comma 1.
3. La carica di componente del Consiglio direttivo è incompatibile con quella di membro del Parlamento europeo o nazionale, consigliere regionale, provinciale, nonchè con quella di sindaco o assessore comunale, presidente o assessore provinciale, presidente o assessore di comunità montana. Lo Statuto può regolamentare ulteriormente l'espletamento delle funzioni inerenti l'incarico.
4. Il Consiglio direttivo dura in carica cinque anni ed è nominato con decreto del Presidente della Giunta regionale che provvede, inoltre, al suo insediamento; è validamente costituito quando risultano nominati la metà più uno dei componenti previsti.
5. Le funzioni di segretario del Consiglio direttivo sono svolte dal direttore dell'ente di gestione.
6. Spetta al Consiglio direttivo:
a) adottare il regolamento ed il piano per l'area naturale protetta;
b) adottare lo statuto dell'ente di gestione;
c) adottare i bilanci preventivi e consuntivi, il programma pluriennale di promozione economica e sociale e i progetti per l'utilizzazione dei fondi destinati agli investimenti;
d) esercitare i poteri di indirizzo e di controllo per la gestione dell'ente in conformità alle direttive della Regione e deliberare in ordine alle altre questioni amministrative di carattere generale non rientranti nelle competenze del direttore o non delegate al presidente.
7. Il Presidente è nominato dal Consiglio direttivo, al suo interno, a maggioranza assoluta dei componenti, nella seduta di insediamento, e dura in carica fino alla scadenza del Consiglio stesso. Nella stessa seduta il Consiglio direttivo nomina un vice-presidente.
8. Il Presidente ha la legale rappresentanza dell'ente di gestione, ne indirizza e coordina l'attività , tratta le questioni che gli sono delegate dal Consiglio direttivo e adotta i provvedimenti urgenti ed indifferibili di competenza dello stesso Consiglio direttivo, che devono essere sottoposti alla ratifica di quest'ultimo nella prima seduta successiva.